in

Pesca in Abruzzo: licenza e luoghi

Pesca in Abruzzo

La pesca è una delle attività che in Abruzzo coinvolge tantissimi appassionati e professionisti. Anche considerando la ricchezza dei paesaggi, in Abruzzo è possibile pescare sia nei fiumi che nei laghi, senza considerare la pesca in mare. Un territorio ricchissimo di acqua che mette a disposizione diversi servizi per potersi dedicare a questo tipo di attività. Prima di passare in rassegna i principali fiumi e laghi nei quali è possibile pescare in Abruzzo, è importante verificare quali sono le normative vigenti che regolamentano questo tipo di disciplina.

La licenza di pesca nella regione Abruzzo

La Regione Abruzzo prevede una licenza di pesca dilettantistica e sportiva che viene rilasciata a seguito della partecipazione di un corso specifico sulla “biologia della fauna ittica e degli ecosistemi fluviali”. Questo attestato è divenuto obbligatorio dal 1 gennaio 2020. È bene però specificare come siano esentati dalla frequenza del corso “i titolari della vecchia licenza di pesca in corso di validità di sei anni e fino alla scadenza della stessa, i pescatori che abbiano compiuto il sessantacinquesimo anno di età, i pescatori residenti in altre regioni italiane purché in regola con la licenza di pesca prevista nelle rispettive regioni di residenza, i cittadini italiani residenti all’estero ed i cittadini di paesi terzi non domiciliati in Italia”.

Il tesserino segnacatture

La Regione Abruzzo rilascia gratuitamente il tesserino segnacatture (che ha validità di un anno solare, dal 1 gennaio al 31 dicembre). Su questo tesserino ogni pescatore deve registrare sia la giornata di pesca che il luogo, la specie di pesce pescata e il numero di pesci (con la distinzione per diverse specie) pescati in quell’occasione. L’importanza di questo documento (e la sua corretta compilazione) è fondamentale per permettere alla Regione di svolgere polite mirate di ripopolamento dei corsi d’acqua.

Dove svolgere pesca sportiva in Abruzzo

Come abbiamo anticipato l’Abruzzo offre tantissimi fiumi e laghi nei quali pescare, permettendo un tipo di attività molto variegato e piacevole anche al punto di vista paesaggistico e naturalistico. I principali fiumi nei quali pescare sono:

  • Liri;
  • Aterno-Pescara (L’aquila – Chieti – Pescara);
  • Sangro (L’Aquila – Chieti);
  • Tordino
  • Trigno;
  • Tronto;
  • Vomano – Roseto degli Abruzzi (Teramo).

Per quel che riguarda i laghi, invece, possiamo segnalare:

  • Lago di Campotosto (L’Aquila);
  • Lago di Scanno (L’Aquila);
  • Lago di Bomba (Chieti);
  • Lago Lo Zar – Poggio Morello (Teramo);
  • Lago Nicodemi (Teramo);
  • Lago di Sant’Angelo (Chieti);
  • Lago di Scaccia (Teramo);
  • Lago Tre Ciminiere – Silvi (Teramo).

Quali pesci pescare in Abruzzo

Sono diverse anche le modalità di pesca e le specie di pesci presenti nei fiumi e nei laghi abruzzesi. In Abruzzo oltre allo spinning sono consentite altre diverse tecniche per assicurare un ampio ventaglio di possibilità a tutti gli appassionati. Anche per quel che riguarda le specie di pesci da pescare l’Abruzzo è una regione molto ricca che, tra gli altri, offre esemplari come persico reale, lucioperca, trota iridea, luccio, mormora, grongo, cefalo e boga. Per quel che riguarda la pesca in mare è avere tutte le informazioni, anche normative, è utile consultare l’apposita Disciplina della Pesca Sportiva in mare nelle acque prospicienti la Regione Abruzzo. In questo testo sono riportate tutte le specie di pesci che è possibile trovare e la lunghezza minima di cattura che è consentita.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Panicelle di San Biagio

Le Panicelle di San Biagio

Parchi divertimento

Parchi divertimento: dove andare in Abruzzo