in

Sentieri in Abruzzo: 7 itinerari per tutti

Sentieri in Abruzzo

La bellezza dell’Abruzzo si rivela e manifesta anche e soprattutto attraverso i suoi sentieri. Percorsi attraverso la natura più incontaminata e non raggiunta dall’industrializzazione, che permette di immergersi pienamente in questa meraviglia. L’immersione avvolge il turista e il visitatore, stimolandone la vista, l’udito, l’olfatto grazie ai paesaggi nei quali si muove e spesso anche il gusto e il tatto grazie alla straordinaria ricchezza dell’enogastronomia locale.

Ma è dei sentieri in Abruzzo che vogliamo parlare, selezionando 7 di questi percorsi e itinerari, cercando di trovare opportunità per tutti. Dai percorsi pianeggianti per le famiglie a quelli più irti e intensi dedicati agli amanti del trekking. Tramite questi sentieri è possibile entrare in contatto con l’identità più intima dell’Abruzzo, imparando a conoscerne gli angoli incantati e rimanendo estasiati dell’abbondanza di luoghi e mete che questa terra è in grado di offrire.

7 sentieri da percorrere in Abruzzo

Gli itinerari che abbiamo selezionato per questa proposta di sentieri da percorrere per l’Abruzzo sono:

  • Parco Nazionale d’Abruzzo;
  • Pennapiedimonte;
  • Valle del Chiarino;
  • Gole di San Martino;
  • Campo Imperatore;
  • Grotta del Cervo;
  • Val di Rose.

Parco Nazionale d’Abruzzo

Per questo sentiero ringraziamo gli amici di italyroute.com che ci hanno suggerito questo percorso. Parliamo di un sentiero rivolto a tutte le famiglie, quindi anche ai più piccoli. Questo sentiero è all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo che, tra le sue peculiarità, ha quello di avere un clima gradevole e che consente l’accesso in qualsiasi stagione dell’anno. questo sentiero (G5) ha una durata di circa venti minuti ed è una passeggiata all’interno del parco su un percorso pianeggiante durante il quale poter ammirare anche due diverse cascate. Il tragitto è comodo e rilassante e perfetto per ogni occasione.

Pennapiedimonte

Saliamo un po’ di difficoltà e passiamo a uno dei sentieri più amati dai turisti per conoscere l’Abruzzo. Ci troviamo sulla Majella nel borgo di Pennapiedimonte dal quale è possibile raggiungere in poco tempo il cosiddetto Belvedere del Balzolo. Una terrazza con vista su un paesaggio suggestivo e capace di lasciare davvero a bocca aperta. Da qui poi è possibile intraprendere anche altri sentieri verso i punti più alti della Majella.

Valle del Chiarino

Un altro percorso molto semplice ma più lungo (ci vogliono circa tre ore) è quello che dal Lago di Provvidenza, in provincia de L’Aquila, arriva alla Valle del Chiarino. Oltre alla meta la bellezza di questo sentiero è data dall’itinerario stesso, capace di offrire vedute stupende in un contesto naturalistico unico.

Gole di San Martino

Nel Parco nazionale della Majella troviamo un vero e proprio canyon di monumentale bellezza. Si accede a questo luogo dal centro di Fara San Martino e durante l’escursione è possibile, passando attraverso le gole con le pareti a strapiombo, visitare diversi luoghi. Uno dei più suggestivi, anche se richiede molto impegno e tante ore di camminata, è quello verso il Monte Amaro, attraverso un sentiero ricco di flora e fauna di incantevole bellezza.

Campo Imperatore

Quella di Campo Imperatore è una meta nota ai turisti, specie come punto di partenza per le escursioni invernali. Anche durante i mesi primaverili (aprile e maggio) è un posto capace di regalare grandi paesaggi, come quello della cosiddetta Fioritura dei Crocchi. In questo periodo tantissime varietà di fiori sbocciano, regalando una varietà incredibile di tonalità, per un’esperienza visiva magnifica.

Grotta del Cervo

Siamo a Carsoli (L’Aquila) nella Riserva Naturale delle Grotte di Pietrasecca dove all’interno è possibile seguire diversi percorsi per ammirare il lavoro che la natura, tramite lo scorrere dell’acqua, ha realizzato in questo luogo. Ci sono vari sentieri, da quelli più intensi della durata di circa sei ore, a quelli più accessibili che, anche grazie alle guide speleologiche, permettono non solo di ammirare, ma anche comprendere la bellezza da cui si è circondati.

Val di Rose

Il nome è evocativo ed è un sentiero che ha come punto di partenza il borgo di Civitella Alfedena. Dopo un percorso di circa dieci chilometri di difficoltà media, si arriva nella Val di Rose, un luogo magico e affascinante nel quale ammirare l’unicità della natura circostante.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Campo Imperatore

Quando a Campo Imperatore si scrisse la storia

Mostaccioli abruzzesi

Mostaccioli abruzzesi: l’abbraccio tra mandorle e cioccolato