in

Valle Castellana e la Sagra della castagna e della patata

Sagra della castagna e della patata a Valle Castellana

Argomenti del post

Meno di mille abitanti, in provincia di Teramo, distese erbose incontaminate, fiumi di acqua cristallina, mulini abbandonati e una serie di densi castagneti; non stiamo parlando della scenografia di un nuovo film, ma dell’ambiente di Valle Castellana. Qui, il prossimo 2 e 3 novembre, si terrà la tradizionale Sagra della castagna e della patata.

Il borgo

La località di Valle Castellana, risalente al 1285, è un tipico borgo medievale incastonato come una perla preziosa nel meraviglioso paesaggio circostante. Che è quello del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. L’identità di comune venne riconosciuta solamente nel 1853 dopo secoli nei quali la popolazione locale fu costretta a difendersi, soprattutto a cavallo del XV e XVI secolo, dagli attacchi dei briganti.

Come molti altri luoghi di origine medievale anche il borgo di Valle Castellana ha un’identità, una storia e una tradizione legata profondamente all’attività dei monaci benedettini. Per questo uno dei siti più importanti da visitare è la Chiesa di San Vito (del XII secolo) che originariamente era il monastero dei Benedettini. Altri edifici religiosi sono la Chiesa di Santa Rufina e la Chiesa di Sant’Antonio Abate. Gli edifici civili sono invece il Castello di Vallenquina e Castel Manfrino, testimoni splendidi dell’epoca gloriosa nella quale furono edificati. Di particolare interesse è il Castello di Vallenquina che prevede anche un particolare e caratteristico campanile a vela.

La sagra

Giunta ormai alla trentasettesima edizione, la Sagra della castagna e della patata di Valle Castellana è un evento che entrato a far parte della tradizione abruzzese. L’arrivo dell’autunno regala emozioni paesaggistiche ed enogastronomiche uniche che meritano di essere scoperte e riscoperte. Questo lo scopo della Sagra della castagna e della patata che valorizza non solo i due prodotti simbolo di questa terra (le castagne e le patate), ma anche moltissimi piatti della gastronomia locale. Durante i due giorni della sagra sarà infatti possibile gustare le caldarroste al cartoccio, numerosi dolci a base di castagne, polenta e gnocchi, gli originali arrosticini abruzzesi, la zuppa di ceci e castagne, il formaggio fritto e il vin brulè. Molti di questi piatti potranno essere gustati passeggiando per le vie del borgo di Valle Castellana, immersi nella bellezza suggestiva di questo luogo.

La Sagra della castagna e della patata si svolgerà in qualsiasi condizione climatica, dato che è disponibile un’ampia tensostruttura riscaldata all’interno della quale scoprire i diversi stand che, altrimenti, saranno disposti nella piazza principale di Valle Castellana. La sagra inizierà sabato 2 novembre alle ore 20 con una cena spettacolo, mentre domenica gli stand saranno aperti a partire dalle ore 9 per poi proseguire fino a mezzanotte.

Come arrivare

Per raggiungere questo borgo (e partecipare alla Sagra della castagna e della patata del prossimo 2 e 3 novembre) è sufficiente prendere l’A14, uscire a San Benedetto del Tronto-Ascoli Piceno, prendere la Superstrada Ascoli Mare RA 11 e seguire le indicazioni che conducono a Valle Castellana. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale del Comune di Valle Castellana o la pagina Facebook della Pro Loco SS Annunziata Valle Castellana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Parrozzo abruzzese

Parrozzo abruzzese, il dolce nato da una pagnotta

Quattrozampexpo 2019

Quattrozampexpo 2019, l’evento sugli animali domestici