in

Pallotte Cace e Ove: l’Abruzzo in una ricetta

Le pallotte cace e ove sono conosciute ovunque con questo nome così caratteristico che le associa alla tradizione culinaria abruzzese più autentica.

La dicitura dialettale è garanzia di autenticità e anzi sarebbe un’eresia estromettere questo nome cosi caratteristico a favore di una traduzione italiana. Preparate semplicemente con formaggio e uova, le pallotte rappresentano quanto di più gustoso e tipico la nostra tradizione possa offrirci e tramandarci.

Non si prevede l’utilizzo della carne né il susseguirsi di particolari passaggi ma solo pochi e semplici gesti.

Un bel sugo fresco poi contribuisce a esaltarne il sapore, il tutto a favore di una generosa “scarpetta” con il pane a fine pasto.

Immancabile!

La loro storia ha origini lontane, ma molto semplici: preparate dai contadini con i soli ingredienti che avevano maggiormente a disposizione durante la transumanza o nei periodi più difficili del raccolto, le pallotte cace e ove fornivano il carico energetico di cui avevano bisogno i lavoratori grazie alle proprietà nutrizionali del pane, del formaggio e delle uova.

Oggi come allora sono amatissime dagli abruzzesi, così come dai numerosi avventori che vengono a conoscere la nostra meravigliosa terra!

ricetta pallotte Cace e Ove

Ingredienti

  • 200 gr di Grana Padano grattugiato;
  • 200 gr di Parmigiano grattugiato;
  • 100 gr di Pecorino grattugiato;
  • 300 gr di ricotta setacciata;
  • 6 uova medie;
  • 50 gr di pane grattugiato;
  • olio per friggere.

Per il sugo

  • passata di pomodoro;
  • cipolla, peperoni q.b.;
  • olio e sale q.b.

Procedimento

ricetta pallotte Cace e Ove

#1 Per preparare le pallotte cace ove, iniziate con il mischiare in una ciotola i formaggi grattugiati con la ricotta setacciata.

#2 Poi, piano piano, unite le uova, una alla volta, fino ad avere un composto morbido ma compatto.

#3 In ultimo unite il pane grattugiato.

#4 Iniziate così a formare le pallotte, cercando di renderle ben tondeggianti.

#5 Riscaldare l’olio in una padella abbastanza capiente e friggete le pallotte ottenute per poi asciugarle su della carta assorbente.

#6 Preparate ora un bel sughetto: fate soffriggere a fiamma moderata i peperoni con le cipolle in un tegame e appena saranno appassiti, unite la passata, salate e fate cuocere.

#7 Quando il sugo sarà quasi pronto, unitevi le pallotte, fatele ben insaporire in modo che vengano permeate dal pomodoro e poi servite con del buon pane casereccio!

Con queste dosi riuscirete a ricavare all’incirca 50 pallotte cace e ove medio/piccole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Azzinano, dove i muri raccontano i giochi di una volta

In bici nella Riserva: da Punta Aderci al Bosco di Don Venanzio